Audi: per A1 e Q2 è ora di andare in pensione

Nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano finanziario Handelsbatt, Markus Duesmann, amministratore delegato di Audi, ha rilasciato dichiarazioni circa il futuro di alcuni modelli.

Duesmann ha confermato la decisione di alcuni mesi fa di interrompere la produzione di Audi A1 e ha aggiunto che non si produrrà più neppure la SUV compatta Q2. Per quanto riguarda Audi A1, la sua introduzione nel mercato risale al 2010. Se, stando al sito Internet carsalesbase.com, fino al 2019 Audi A1 muoveva circa 78.000 unità, negli ultimi due anni le vendite si aggiravano al di sotto delle 60 mila unità. La Q2, invece, segna il suo esordio nel mercato automobilistico nel 2016.

Duesmann ha motivato tale decisione spiegando che Audi sta dando priorità ad altri segmenti e si sta indirizzando sempre di più verso il segmento alto/lusso. Questo si unisce alla decisione di puntare più sui margini che sulle quantità delle vendite.

Sempre per questa ragione Duesmann ha rivelato il progetto di inserire sul mercato, nel 2025, un’auto elettrica che non solo sostituirà l’A8 ma che sarà ancora più esclusiva.

Fonte: QuattroRuote

Vai ad inizio pagina
Open chat